Ripristino calcestruzzo

Il ripristino del calcestruzzo da carbonatazione è operazione importante poiché, contrariamente a quanto si poteva credere un tempo, il cemento armato è soggetto a degrado come qualsiasi altra superficie edile.
Le cause sono riconducibili principalmente ad un non idoneo confezionamento (eccesso di acqua, carenza di cemento, essicazione troppo rapida, ecc.) e cause ambientali (anidride carbonica, gelo/disgelo, ecc.).

In particolare la principale causa del degrado del calcestruzzo è la carbonatazione.
L’anidride carbonica - ed altri agenti aggressivi presenti nell’atmosfera - una volta penetrati all’interno del manufatto, provocano la diminuzione del pH, con il risultato di ridurre la protezione dei ferri di armatura che inevitabilmente si ossidano. Si forma così ruggine, i ferri aumentano di volume con l’inevitabile conseguenza della rottura del copri-ferro e del suo successivo distacco.

La gamma dei prodotti per il ripristino del calcestruzzo di Phoenix è studiata per rispondere in modo efficace all’esigenza di risanare in modo profondo e duraturo il manufatto in cemento armato, evitando così un successivo rischio di carbonatazione.

Drysil Fluoro

Protettivo idrorepellente per calcestruzzo a vista e superfici edili, antimacchia e antisporco

Raso Crete EN 1504-3

Rasante anticarbonatazione per calcestruzzo.

Resto Fix EN 1504-3

Malta antiritiro tixotropica a presa rapida per il ripristino del calcestruzzo idonea alla messa in esercizio dopo un’ora.

Resto Crete F EN 1504-3

Malta antiritiro fibrorinforzata tixotropica per il ripristino del cls.

Ferrosan

Boiacca passivante per ferri di armatura.

Restocrete Primer

Adesivo liquido per sistemi RESTOCRETE

Rasashield

Malta per la regolarizzazione di superfici edili.